Pubblicità

Materiale impareggiabile per resistenza agli agenti chimici e all’usura, l’ acciaio inox è anche intaccabile dai batteri. Queste sue caratteristiche, lo rendono la scelta migliore per chi vuole acquistare una cucina professionale.

Quando si parla di acquistare cucine professionali nel mondo della ristorazione, la scelta di quelle realizzate in acciaio inox è sicuramente al primo posto per molti chef. Una cucina di ottima qualità, così come la presenza di utensili e macchinari idonei (lavello in acciaio inox industriale, abbattitori industriali di ultima generazione) sono fondamentali per offrire ai propri dipendenti un ambiente di lavoro dove eseguire nel migliore dei modi il proprio lavoro.

Resistenza e affidabilità

Una delle caratteristiche più importanti di questo materiale, è sicuramente la sua resistenza all’usura e all’azione degli agenti chimici con cui entra in contatto tutto i giorni. In cucina, oltre ai detergenti utilizzati per le operazioni di pulizia, anche i succhi e alcuni ingredienti possono risultare corrosivi. Il limone, l’aceto e il vino, con l’andare del tempo possono intaccare le superfici con cui entrano in contatto; cosa che invece non succede nelle cucine realizzate con materiali come l’acciaio inox.

Oltre a questa sua resistenza agli agenti chimici, è bene ricordare che l’acciaio inox è sempre più spesso utilizzato come materiale per la realizzazione di pentole e padelle. Infatti, la sua conduzione del calore diventa ottima se combinata all’alluminio. Le sigle 18/10, 18/8 e 18/C sono utilizzate per indicare la quantità di nichel o cromo presente all’interno dell’acciaio. L’acciaio inox 18/10 è quello utilizzato nelle cucine di migliore qualità, e quindi è sicuramente la scelta migliore quando si decide di acquistare una cucina professionale per il proprio ristorante od hotel.

Il fattore dell’igiene alimentare

Per chi occupa di ristorazione professionale, l’igiene è sicuramente uno dei fattori più importanti da prendere in considerazione. In questo caso, l’inox è sicuramente un alleato importante e a cui non si può rinunciare. La sua superficie non permette la formazione della ruggine, e inoltre l’alta presenza di cromo presente da origine all’ossido di cromo. Questo ossido, che si forma su tutto lo strato a contatto con l’aria non permette la formazione di altre ossidazioni possibilmente nocive per l’uomo.

Durante le operazioni di pulizia, l’impossibilità di adesione all’acciaio da parte di batteri e altri microorganismi rende semplice la sua disinfettazione. Anche durante il servizio, grazie a un panno e ad un detergente idoneo si può igienizzare una superficie in pochi istanti.
Cosa importate, è non utilizzare spugne abrasive o realizzate in fibra di acciaio; così come di detergenti aggressivi. La sua pulizia, può essere eseguita anche più volte nell’arco della giornata.

L’aceto bianco, è un prodotto che si utilizza molto spesso per la pulizia dei banchi in acciaio inox. Mescolato con acqua è ideale per la pulizia e per rendere brillanti tutte le superfici composte da acciaio inox. Inoltre, se si aggiunge del limone al liquido per la pulizia si incrementano le sue peculiarità di rimozione di cattivi odori.

Come abbiamo visto, oltre ad essere un materiale molto resistente all’utilizzo, l’acciaio inox è anche facile da pulire e igienizzare in pochi secondi. La sua scelta nelle cucine professionali, ma in molti casi anche nelle cucine domestiche di molte abitazioni, è sicuramente la scelta migliore se si vuole avere una cucina di alta qualità e che al tempo stesso sia di facile pulizia.

 

 

Pubblicità
Condividi

Commenta l'articolo, scrivi qui!