Pubblicità

Partirà a Gennaio  2018 la nuova edizione del progetto Pes che vede coinvolti bambini e ragazzi con disabilità psichica e/o motoria da 8 anni in poi.

Da qualche anno l’associazione di promozione sociale APF (Aqua Project Firenze), in collaborazione con la Dott.ssa Lara Zannoni e la Dott.ssa Giulia Nuccioni, psicologhe dello sviluppo,  ha dato il via ad un progetto innovativo e sperimentale di subacquea adattata alle neurodiversità.

Autismo, deficit cognitivo-comportamentali, disabilità motoria, sindrome di Down e altre sindromi genetiche, ecco alcune delle difficoltà dei ragazzi che da anni partecipano al progetto con entusiasmo. “Ciò che rende unico il lavoro è la scommessa sulle capacità di ognuno” dice il presidente di APF Camilla Bing, “capacità di apprendere, sperimentare, socializzare e acquisire nuove abilità e autonomie da riportare nella quotidianità”.

Il progetto è reso possibile grazie alla collaborazione di molti operatori con competenze specifiche in ambito tecnico e psicoeducativo  e comprende istruttori sub, Buddy e Subacquei brevettati, tutti volontari.

La 12edisima edizione del progetto partirà Giovedì 11 Gennaio presso la piscina del CTO di Firenze. L’attività sarà organizzata in piccolo gruppo in rapporto 1 a 1 operatore/bambino e si svolgerà in orario serale dalle 19:30 alle 21:30.

Tante novità ad accogliere i ragazzi ma sicuramente sempre il solito grande entusiasmo!

Per informazioni e iscrizioni contattare:
Segreteria APF – 339 8754748
Dott.ssa Lara Zannoni – 349 3765450

Link: www.aquaprojectfirenze.wixsite.com/dive

Pubblicità
Condividi

1 COMMENTO

  1. […] Partirà a Gennaio  2018 la nuova edizione del progetto Pes che vede coinvolti bambini e ragazzi con disabilità psichica e/o motoria da 8 anni in poi. Da qualche anno l’associazione di promozione sociale APF (Aqua Project Firenze), in collaborazione con la Dott.ssa Lara Zannoni e la Dott.ssa Giulia Nuccioni, psicologhe dello sviluppo,  ha dato il via ad un progetto innovativo e sperimentale di subacquea adattata alle neurodiversità. Autismo, deficit cognitivo-comportamentali, disabilità motoria, sindrome di Down e altre sindromi genetiche, ecco alcune delle difficoltà dei ragazzi che da anni partecipano al progetto con entusiasmo. CONTINUA… […]

Commenta l'articolo, scrivi qui!

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.