Pubblicità

Nonostante il maltempo che aveva messo in dubbio la partecipazione a questo raduno nazionale di auto d’epoca, svoltosi domenica scorsa (26 agosto 2018), la passione di tanti piloti e di proprietari di queste bellissime autovetture, non avuto timori e anche questa edizione ha ottenuto davvero un ulteriore grande successo.

Dunque le auto d’epoca sono oggi sempre più oggetti da collezione che durante i raduni divengono elemento di ammirazione e ricordo, uno spettacolo unico che coinvolge sia gli appassionati che i semplici visitatori. Dopo il successo dell’ edizione 2017, il Club Svarvolati Mugellani, presieduto dal neo eletto presidente Bruno Puglisi, a cui inviamo tanti auguri di buon lavoro, ha radunato presso Villa Torre Palagio a Cavallina di Mugello un alto numero di partecipanti.

La cronaca ci racconta che, come rito, il ritrovo si è tenuto presso questa splendida residenza gentilizia per le iscrizioni e la colazione e una breve esposizione, poi partenza per il consueto giro turistico in Alto Mugello. Erano presenti vetture di varie case automobilistiche, e fra le altre abbiamo notato le Alfa Romeo, Bentley, BMW, Cadillac, Fiat, Innocenti, Lancia, Giannini, Maserati, Porsche ,Renault, Balilla, MG ed altro ancora.

Terminato il giro turistico, i partecipanti si sono ritrovati tutti per il pranzo presso il castello di Villanova in località le Maschere, un posto dallo scenario fantastico e veramente appropriato per questa manifestazione di auto d’ epoca. Queste manifestazioni danno valore al profilo motoristico, offrendo ai visitatori e ai partecipanti la possibilità di immergersi nei ricordi della propria giovinezza, ammirando auto degli anni ’50, ’60, ’70 e naturalmente anche antecedenti a queste date.

Gli appassionati possono così apprezzare i fini restauri a cui le vetture sono state sottoposte, fino alla ricerca maniacale dei dettagli da parte dei loro proprietari che hanno fatto di queste vetture un oggetto di culto; tutte auto che hanno segnato con eleganza, tecnologia e innovazione tutto il ‘900 facendo dell’ auto un elemento centrale della storia e dello sviluppo socio-economico europeo e che nel nostro paese si è sempre incrociato con lo stile e il buon gusto tipicamente italiano dei nostri designer, dando origine a delle autovetture che hanno segnato profondamente il costume italiano e internazionale.

Si ringraziano il Comune di Barberino Mugello per il patrocinio, in particolare il Sindaco Giampiero Mongatti, gli assessori Aleandro del Mazza e Giuliano Biancalani, la Misericordia di Barberino, il corpo Carabinieri  e la Polizia Municipale, Don Nicola e naturalmente tutto lo staff e i vari sponsor e in ultimo ma non meno importanti, tutti i partecipanti, da parte del Club Svarvolati Mugellani, un grazie veramente di cuore, dando appuntamento a tutti alle prossime edizioni.
Viva le storiche!!!

 

Pubblicità
Condividi
Redattore . Nato a Borgo San Lorenzo nel 1940; giornalista fin dal 1954; autore di circa diecimila articoli di arte, storia, cultura, folclore, costume, sport, vita sociale, civile, religiosa, politica. Appassionato di storia del Mugello, ha dato alle stampe dodici volumi su Borgo San Lorenzo in particolare e sul Mugello in generale. Detiene in archivio 90 mila immagini, dal 1860, di tutto il territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.