Pubblicità

Un anno è volato per i 16 ragazzi che hanno concluso il servizio civile volontario nelle 9 biblioteche comunali del territorio mugellano e al Centro Servizi dell’Unione dei Comuni. L’esperienza si conclude in questi giorni e stamani (martedì 6 novembre) si è tenuto l’incontro conclusivo, per tirare una sorta di bilancio e per il “congedo”.

“Porti e ponti. La biblioteca come luogo di scambio tra culture” è il nome del progetto di servizio civile appena concluso, curato dall’Unione dei Comuni e finanziato dalla Regione. E questi dodici mesi i ragazzi li hanno vissuti a contatto con gli utenti delle biblioteche comunali, non solo per promuovere la lettura e gli altri servizi bibliotecari ma anche per ampliare la conoscenza delle opportunità formative e culturali nel territorio.

A portare i saluti delle istituzioni locali e a ringraziarli per l’impegno c’era il presidente dell’Unione dei Comuni, Paolo Omoboni: “Il servizio civile è un’esperienza di reciproca crescita, per voi ragazzi che avete l’occasione di accrescere conoscenze e acquisire competenze e – ha aggunto – per i Comuni e le biblioteche perché col vostro apporto riescono a garantire un servizio importante ai cittadini anche nelle realtà più piccole o a offrirne di maggiori e migliori nelle realtà più grandi. A tutti voi, dunque, va il grazie del territorio e l’augurio che nei vostri personali percorsi di vita e crescita possiate fare ulteriori e stimolanti esperienze come questa”.

Nella foto:

Pubblicità
Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.