Pubblicità

Ieri pomeriggio (mercoledì 16 gennaio) il personale del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia Carabinieri di Borgo San Lorenzo ha eseguito quattro arresti ordinati dalla Corte d’Appello di Firenze – Ufficio Esecuzioni Penali.

Si tratta di tre giovani italiani di ventitré anni, residenti nel Mugello e uno di ventinove, originario dell’Albania e già in regime di semilibertà, tutti noti agli Uffici di Polizia. Dovranno scontare delle pene che vanno dagli otto ai tre anni di reclusione per reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, estorsione e rapina.

I fatti per cui è stata emessa la condanna risalgono all’anno 2014. Le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Firenze e sviluppate dai Carabinieri di Borgo San Lorenzo, attraverso servizi mirati, fecero luce sul traffico illecito sviluppato in diversi Comuni del Mugello; tra tutti emerse la figura del giovane originario dell’est Europa (S.F.) che riforniva di stupefacente, per il mercato locale, gli altri tre soggetti italiani (B.F., B.D. e L.M.).

Nel corso degli accertamenti, proprio nell’ultimo giorno di quell’anno, fu sequestrato anche uno zainetto contenente 5,5 Kg di sostanza stupefacente tipo hashish. I quattro soggetti sono stati associati presso la Casa Circondariale di Sollicciano per l’espiazione della pena.

Pubblicità
Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.