Stefano Mugnai Forteto
Pubblicità

«Commissariamento subito: sul Forteto è necessario, e ormai indifferibile, un taglio netto tra cooperativa e comunità-setta. Anche per questo invito la maggioranza di governo, Lega e M5S, a calendarizzare quanto prima alla Camera l’istituzione della commissione parlamentare d’inchiesta sulla comunità mugellana degli orrori»: lo afferma il Vicecapogruppo di Forza Italia alla Camera Stefano Mugnai alla luce delle recenti segnalazioni e richieste avanzate da parte dell’Associazione delle vittime del Forteto.

Mugnai segue la vicenda Forteto fin dal 2012 quando, come Consigliere regionale della Toscana, ebbe a presiedere la prima commissione regionale di inchiesta, quella che portò alla luce il sistema di violenze e abusi praticato all’interno di quella che anche la magistratura avrebbe in seguito bollato come comunità-setta esprimendo condanne fino al terzo grado di giudizio.

«E’ sempre più evidente – afferma oggi il parlamentare azzurro – la necessità di scindere il futuro dell’azienda da quello della comunità-setta. Il criterio di una testa / un voto che si applica ai processi decisionali di una cooperativa mal si concilia con la natura del Forteto. Se, come è stato chiarito anche nelle sentenze, quella è una setta – prosegue – allora significa che li c’è una testa che decide per tutte le altre».

«E se Fiesoli si faceva chiamare Il Profeta – sottolinea Mugnai – un motivo ci sarà… Per tutto questo è necessario un taglio netto tra azienda e setta: è necessario il commissariamento. Ed è necessario che la maggioranza (Lega e M5S) calendarizzino quanto prima l’istituzione della commissione d’inchiesta parlamentare alla Camera».

Pubblicità
Condividi
Responsabile del quotidiano online OK!Mugello.it, attualmente Project Manager presso Sindimedia Srl. Esperto in comunicazione digitale e delle tematiche relative alla Green Economy, sviluppo sostenibile. Solution manager e consulente per aziende. Ideatore e creativo per progetti di comunicazione online.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.