Pubblicità

Non saranno chiamate a pagare risarcimenti civili – Novità importanti in merito al processo ‘Fiesoli bis’ ovvero una costola del processo principale sugli orrori del Forteto (processo principale per il quale si attendono ancora le motivazioni della Cassazione).

Si legge infatti sul quotidiano La Nazione di oggi (martedì 15 maggio) che in questo processo bis l’accusa ha modificato il capo d’imputazione a carico di Fiesoli, inasprendolo (modifica arrivata dopo la toccante testimonianza di un giovane mugellano – S.G. – che di quegli orrori è stato vittima).

Quindi, dopo la decisione del Pm Ornella Galeotti la difesa ha chiesto e ottenuto il rito abbreviato: una modalità che non prevede responsabilità civile (e quindi cooperativa, associazione e fondazione non saranno chiamate a partecipare ad eventuali risarcimenti). Risarcimenti che saranno tutti, eventualmente, a carico di Fiesoli.

Il prossimo appuntamento (per questo proicesso bis) è fissato per il 18 settembre, e sette giorni dopo è attesa la sentenza. Nel frattempo Fiesoli si trova al carcere di Sollicciano dallo scorso Natale.

 

Pubblicità
Condividi

1 COMMENTO

  1. ovviamente titolo inappropriatoal limite della decenza., cosa è accaduto si comprende solo leggendo l articolo;
    Quindi, dopo la decisione del Pm Ornella Galeotti la difesa ha chiesto e ottenuto il rito abbreviato: una modalità che non prevede responsabilità civile

Commenta l'articolo, scrivi qui!