La locandina della Collettiva alla Casa di Giotto in ricordo degli artisti scomparsi.
Pubblicità

La mostra collettiva di Fine Anno 2018 a Vespignano alla Casa di Giotto, organizzata dall’Associazione “dalle terre di Giotto e dell’Angelico”, e che verrà inaugurata domenica prossima 2 dicembre 2018 alle ore 16, ha una sua bella e significativa pecularità, quella cioè di rendere omaggio ed onore agli amici artisiti scomparsi nel tempo, che con la loro presenza hanno caratterizzato la collina di Vespignano.

Ed infatti la collettiva nei locali del museo della Casa di Giotto ospiterà opere di Silvano Campeggi (nano) e Alfredo Cifariello (insigniti del Premio “Beato Angelico”), Mater (Stefano Materassi), Vedda (Edda Vannini), Isacco Quirici, Rosana Ronconi, Carlo Galleni, Mauro Simoni, Luigi Romei, Marco Sbolci, Mario Innocenti, Kevo (Claudio Cavallini), Alberto Ballerini, Tullio Benigni e Loris Landi.

Una mostra quindi davvero particolare nel ricorodo di questi cari amici artisti, che hanno lasciato una impronta della loro umanità e cultuira. Ricordiamo infine che martedi 1 gennaio 2019, alle ore 15 ci sarà un ritrovo alla Casa di Giotto per gli auguri del nuovo anno, quindi appuntamento per il 17 febbraio 2019 per la Festa del Beato Angelico. Ma di questi eventi avremo modo e tempo per riparlare.

Pubblicità
Condividi
Redattore . Nato a Borgo San Lorenzo nel 1940; giornalista fin dal 1954; autore di circa diecimila articoli di arte, storia, cultura, folclore, costume, sport, vita sociale, civile, religiosa, politica. Appassionato di storia del Mugello, ha dato alle stampe dodici volumi su Borgo San Lorenzo in particolare e sul Mugello in generale. Detiene in archivio 90 mila immagini, dal 1860, di tutto il territorio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.