In Alto Mugello, tra Firenzuola, Palazzuolo sul Senio e Marradi, si è lavorato e si sta lavorando alacremente per riportare al più presto possibile la situazione alla normalità. Impegnati da ore personale comunale, volontari Anpas, Misercordia e Vab col supporto dell’Ufficio Associato di Protezione civile Mugello, personale della Città Metropolitana di Firenze, insieme a Polizia municipale e Carabinieri, per liberare le strade dalla neve e dai numerosi rami e alberi caduti. Viabilità che sono rimaste impraticabili e chiuse al transito per molte ore.

Criticità perdurano per black out e linee telefoniche in tilt. Mancanza di corrente elettrica e linee telefoniche, tra telefonia mobile e rete fissa, sono segnalate maggiormente nelle aree di Firenzuola e Palazzuolo sul Senio mentre a Marradi sono circoscritte a 3 frazioni e case sparse. Sono circa 2500 le utenze ancora senza luce: 1700 nel territorio comunale di Firenzuola, circa 500 a Palazzuolo e circa 200 a Marradi. Addetti Enel sono impegnati nelle riparazioni e negli interventi di ripristino dell’energia elettrica.

Nel frattempo da parte di Enel sono stati approntati gruppi elettrogeni e al più presto ne è prevista l’attivazione. E gruppi elettrogeni sono stati messi a disposizione dalla Protezione civile. Interventi anche sulle reti telefoniche.

Nelle scorse ore una squadra di volontari motoseghisti è stata attivata dall’Ufficio Associato di Protezione civile Mugello per effettuare diversi interventi di taglio di alberi pericolanti e caduti sulle viabilità dell’Alto Mugello. Tra le viabilità da poco liberate, quella che conduce alla località Casetta di Tiara nel comune di Palazzuolo sul Senio. Da poco conclusi anche gli interventi di ripristino delle strade comunali a Firenzuola, condotti da personale del Comune insieme a volontari.

Resta ancora chiusa la SP32 della Faggiola (tra Palazzuolo sul Senio e Firenzuola) mentre la Sp 503 del Giogo e la SP 117 di San Zanobi sono riaperte.

Si consiglia dotazioni invernali e massima cautela alla guida nel percorrere i passi di montagna.Si ricorda che fino alle 12 di domani, 15 novembre, è in vigore l’allerta meteo con codice giallo per rischio vento.

Inoltre circolazione ferroviaria rallentata da ieri sulla linea Faentina (Firenze – Borgo San Lorenzo – Faenza) per un problema di alimentazione elettrica dovuto al maltempo che ha interessato la zona dell’Appennino Tosco – Emiliano. I treni Regionali registrano ritardi fino a 40 minuti.

La criticità è causata dalla indisponibilità di alimentazione elettrica su alcuni impianti tecnologici nella tratta Ronta-Crespino e Crespino-Marradi, provocata dalla caduta di alberi ad alto fusto sulle linee di alimentazione ENEL.

I tecnici di RFI ed ENEL sono impegnati dalle prime ore della mattinata per mitigare i disagi, anche con l’attivazione di gruppi elettrogeni. Si prevede che la situazione torni alla normalità entro la serata.

Condividi

Commenta l'articolo, scrivi qui!