Pubblicità

Nel pomeriggio di ieri (martedì 23 ottobre), i Carabinieri della Compagnia di Borgo San Lorenzo sono intervenuti per un’accesa lite familiare ed hanno arrestatro per il reato di maltrattamenti in famiglia, minaccia aggravata e lesioni personali B.G., 46enne della zona.

Nella circostanza, i militari intervenuti hanno appurato che l’uomo, fin dal 2012, in diverse occasioni per motivi di gelosia ha aggredito fisicamente e verbalmente la moglie e che quest’ultima per paura non ha mai sporto denunce.

Nello specifico, ieri, all’interno della loro abitazione, a seguito dell’ennesimo diverbio, l’uomo prima ha minacciato di morte la moglie imbracciando un fucile da caccia, regolarmente detenuto, e poi la ha colpita ripetutamente con diversi pugni alle mani e l’ha afferrata per il collo nel tentativo di strangolarla.

La vittima, riuscita a liberarsi, è riuscita a fuggire e a chiedere aiuto ai Carabinieri i quali, sono arrivati e hanno fermato l’uomo. La donna, soccorsa dai sanitari del 118, ha riportato lesioni guaribili in 10 giorni. Nel contempo sono state poste sotto sequestro 10 armi da fuoco detenute regolarmente. L’uomo, operaio agricolo, dopo l’arresto è stato portato presso il carcere di Firenze Sollicciano

Pubblicità
Condividi

1 COMMENTO

  1. non è nel DNA dei marradesi usare violenze e minacce men che meno nei confronti delle donne questo delinquente sarà anche residente a Marradi ma non è certo un marradese è sicuramente importato

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.