Pubblicità

Ecco come è stato possibile. Scrive Claudio Scarpelli, sindaco di Firenzuola: In questi giorni sono in recapito a tutti i contribuenti la comunicazione della nuova articolazione tariffaria della Tassa Rifiuti TARI per l’anno 2019, con allegati i modelli F24 già precompilati, relativi alle prime 3 rate, con
scadenza 01 Aprile, 01 Luglio e 30 Settembre e calcolati per il periodo che decorre dal 01/01/19 al 30/09/19; successivamente sarà inviata la quarta
rata, con scadenza 20/11/2019, che comprenderà il conguaglio complessivo dell’anno corrente, nonché eventuali riduzioni per i conferimenti all’isola ecologica e/o compostaggio domestico riferiti
all’anno 2018.

La modifica sostanziale riguarda una riduzione media complessiva di circa 12,6% della tassa per il 2019, rispetto a quella dell’anno precedente, riduzione applicata a tutte le utenze residenziali, prime e seconde case, ed in parte anche a quelle produttive.

Tutto questo grazie al lavoro svolto dalla nostra Amministrazione assieme ad Atersir, organismo di controllo della Regione Emilia Romagna di cui anche il nostro Comune fa parte, per la revisione del piano finanziario rifiuti predisposto dal gestore, passato da 1.245.269 del 2018 ad euro 1.087.765 di quest’anno, importo comprensivo di tutte le voci di spesa e tasse provinciali previste dalla normativa vigente.

Nella tabella allegata è possibile verificare l’andamento della tassa sui rifiuti per il 2019, per varie tipologie di utenza, rispetto a quella applicata lo scorso anno ed anche al 2013, a testimonianza del lavoro importante che abbiamo portato avanti in tutti questi anni, del quale onestamente andiamo orgogliosi, teso a cercare di ridurre l’impatto di questa tassa su famiglie ed imprese, a parità di servizi offerti.

Se confrontiamo l’importo di quest’anno rispetto al 2013 possiamo verificare una riduzione media di quasi il 36% della tassa sui rifiuti.

A nostro avviso si tratta di una scelta politica importante, tesa a garantire la capillarità del servizio su un territorio così vasto come il nostro, a fronte di una ennesima contrazione delle tariffe, tra le più basse di tutto il Mugello, scelta che auspichiamo trovi apprezzamento, sopratutto
in un momento difficile come l’attuale, dove la stragrande maggioranza di tasse e tariffe aumentano.

Colgo l’occasione per chiarire che la TARI, tassa sui rifiuti, serve per coprire integralmente i costi di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti urbani prodotti nel nostro territorio, compreso le raccolte differenziate, l’isola ecologica, lo spazzamento stradale, la raccolta degli ingombranti, i
servizi accessori, i costi amministrativi e la tassa provinciale del 5%.

Pubblicità
Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.