Pubblicità

Non luci ma bigliettini, tanti bigliettini con “pensieri felici”. Sarà così a Dicomano l’Albero di Natale, la cui inaugurazione è fissata per sabato 8 dicembre alle 10,30. La particolare installazione natalizia è ideata da Marcella Donati e realizzata in collaborazione col Comitato del Carnevale oltre che col patrocinio del Comune.

“L’Albero dei Pensieri Felici” sarà situato al piano terra del Palazzo comunale in piazza della Repubblica e ogni giorno chiunque, grandi e piccoli, potrà addobbarlo e adornarlo con bigliettini.

Così, giorno dopo giorno, dall’8 dicembre al 7 gennaio, i suoi rami si coloreranno riempiendosi di pensieri, messaggi “felici”: “Un biglietto – si spiega – per ricordarci che, in ogni giorno, possiamo trovare qualcosa di speciale: il mio, il tuo pensiero felice”.

Realizzato in collaborazione con i maestri della cartapesta del Comitato Carnevale del Comune di Dicomano, “l’albero avrà un’altezza di oltre tre metri e i rami dell’installazione saranno arricchiti dai ‘pensieri felici’ – si spiega ancora – che bambini e adulti potranno scrivere su un cartoncino e, appenderli personalmente per tutto il periodo in cui l’Albero rimarrà esposto nell’ingresso del Comune.

E’ importante che il biglietto contenga sia il ‘pensiero felice’ sia il nome di chi l’ha scritto perché, entro il 7 gennaio sarà creato un momento di condivisione dove saranno letti alcuni dei “pensieri felici” che saranno poi restituiti”.

Sempre dall’8 dicembre al 7 gennaio, il locale espositivo del municipio ospiterà la mostra di Marcella Donati “Una vita tra i colori, i colori della vita: 7 opere e 7 e più stati d’animo”, visitabile in orario di apertura del Comune e Museo Archeologico. L’inaugurazione si terrà l’8 dicembre alle 11.

Chi è Marcella Donati:
Marcella Donati, nata a Cecina (LI), da oltre un anno residente a Dicomano ha realizzato il suo atelier in un antico mulino situato nella Frazione Carbonile, recuperandone la memoria e valorizzandone la struttura destinandolo al contempo ai residenti della Valdisieve. L’artista che ha vissuto molti anni a Firenze, ha elaborato una tecnica mista che mescola resine, tessuti, legno e pigmenti. La sua ricerca dell’espressività della materia e del colore ha il fine di valorizzare l’esistenza come scommessa vitale, partendo dalla necessità di approfondire la nozione di trascendenza senza rinunciare al legame tra entrambi gli stadi. Vuole inoltre riaccendere l’audacia del colore in un contesto plastico dominato da una passionale serenità. Sfiora la fisicità della materia e la forza dell’astratto, inteso come punto di connessione interiore con la sua anima. La materia è il cammino spirituale e lo spirito è nella materia.
Artista multidisciplinare e interdisciplinare, evolve, si avvicina ad altre discipline, realizzando sculture e pitture caratterizzate dalla testurizzazione e dal rilievo, incorporando nel suo discorso armonico e sensibile i cromatismi dell’oro e dell’argento. Da diversi anni lavora con le resine come elementi materici di grande espressività; ricerca la voluttuosità del colore e la forza dell’espressione del tratto, concedendosi una dinamica densa ma al contempo passionale, che traspare da un discorso tecnicamente molto sofisticato, in cui l’importante è fissare il concetto plastico.
Artista internazionale, prolifica, curiosa ed estremamente creativa, ha esposto le sue opere in diversi paesi del mondo. Sperimentatrice nata, punta sul potenziamento multidisciplinare, lavorando anche con la ceramica raku all’interno della dinamica dei quattro elementi, in linea con l’equilibrio del pianeta terra. E’ una singolare poetessa del visivo, che utilizza la pittura come parola plastica, senza rinunciare all’evidenza, ma esprimendo l’aldilà del mistero, ovvero la parte magica dell’esistenza che ci collega con le diverse dimensioni.

Pubblicità
Condividi
Direttore responsabile della testata giornalistica OK!Mugello.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.