Pubblicità

La scelta dell’Amministrazione Comunale di Borgo San Lorenzo di intitolare a Sandro Pertini il Parco, comunemente definito della “Misericordia”, ha sollevato molte polemiche e prese di posizione. A seguito dell’interesse mostrato dei lettori, abbiamo lanciato un sondaggio tramite Facebook che si è concluso nella giornata odierna.

Preme ricordare che tale sondaggio (che ha ricevuto 530 voti) non pretende di avere valenza statistica (in quanto avrebbe dovuto avere almeno 1000 risposte), ma contiene tutti gli elementi richiesti da un sondaggio d’opinione quali:

  • la diversità di genere (hanno risposto sia donne che uomini)
  • le diverse fasce d’età, la diversa appartenenza geografica (non solo borghigiani ma in minima parte anche da altre zone d’Italia)
  • la diversa appartenenza censuaria
  • il diverso grado di istruzione.

Tutti questi dati sono forniti dallo strumento che abbiamo utilizzato per il sondaggio e pertanto lo possiamo ritenere abbastanza attendibile come proiezione di massima.

Risultati

Il sondaggio è stato messo online su Facebook il 31 di Luglio ed è terminato il 7 di agosto. Hanno espresso la loro opinione 530 persone di cui 231 uomini e 299 donne. I profili sono stati verificati, non mostrano fake e si è potuto votare solo una volta.

  • Votanti = 530 – 100%
  • Favorevoli = 418 – 79% – di cui uomini 164 donne 254
  • Contrari = 112 – 21% – di cui uomini 67 donne 45

Non abbiamo la pretesa di fare un’analisi statistica, ma dalla verifica dei profili possiamo evidenziare che il voto favorevole è abbastanza eterogeneo e “bipartisan”, nel senso che troviamo persone simpatizzanti di tutto l’arco politico parlamentare oltre a molti cattolici.

Quindi una scelta, quella dell’Amministrazione Comunale di Borgo San Lorenzo, che trova il plauso favorevole di una netta maggioranza di popolazione.

 

Pubblicità
Condividi
Responsabile del quotidiano online OK!Mugello.it, attualmente Project Manager presso Sindimedia Srl. Esperto in comunicazione digitale e delle tematiche relative alla Green Economy, sviluppo sostenibile. Solution manager e consulente per aziende. Ideatore e creativo per progetti di comunicazione online.

7 Commenti

  1. Il verdetto se pur a malincuore va accettato,ebbene il nostro primo cittadino è stato sorretto dai suoi fedeli seguaci…Per il futuro se fossi in loro cercherei una piazza o una via da intitolare al buon Paolo,per tutto ciò che ha fatto e sta facendo per i borghigiani…Se lo merita davvero!!! Grazie di cuore!

  2. Mi sembra una buona idea. Io non sono seguace di nessuno ma credo che il sindaco Omoboni abbia fatto e stia facendo un buon lavoro per i cittadini. Quindi non è escluso che i nostri nipoti possano intitolargli una via o una piazza.

  3. Io sono contro l’operato del nostro primo cittadino e credo che ultimamente si sia dedicato solo a cose di interesse personale o che avevano un tornaconto o cercato di cambiare un po’ le tradizioni… Il mio commento è stato interpretato male….

    • Come spesso ricorda il buon Aldo Giovannini, Borgo San Lorenzo è il paese dei doppioni. Esisteva un’associazione ciclistica, ne venne fondata una seconda. Esisteva una squadra di calcio, ne venne creata una seconda. Con questi esempi potremmo continuare. Il sistema dell’informazione online non è mancato a questo appuntamento, ovvero nasce OK!Mugello e dopo alcuni anni “risorge” dalle ceneri di un giornale parrocchiano un altro sito d’informazione online. In questo caso sarebbe stato positivo, perché il pluralismo dell’informazione (se fatta bene) da maggiore scelta al lettore. Purtroppo non tutte le ciambelle riescono con il buco. Nel caso del sondaggio che cita, è vero che il risultato in termini di percentuali è ribaltato, ma ci sono alcuni aspetti che fanno la differenza, tra cui:
      – il sistema software per l’esecuzione del sondaggio. Noi in questo caso abbiamo utilizzato un sistema che permette d’identificare chi ha votato cosa e come, permettendo solo un voto singolo, in piena compatibilità con la GDPR, e con piena esclusione di manipolazione del voto.
      – da verificare il numero dei votanti. OKMugello ha superato le 530 voti in 7 giorni. L’altro sondaggio a oggi mostra 350 voti considerando che è possibile votare più volte dal solito soggetto.

      Ci fermiamo qui. Proprio in virtù di quanto sopra, dopo aver lanciato il nostro sondaggio avevamo previsto che ci sarebbe stato il sondaggio di contraltare, pertanto abbiamo provveduto a salvarci l’elenco di tutti i votanti con la possibilità di pubblicarli. Purtroppo questo non sarà mai possibile da parte del sito che le i cita, proprio in forza del sistema utilizzato che il loro non garantisce sicurezza e certezza di voto. Poi ognuno è libero di pensare quello che desidera.

      Saverio Zeni

  4. Il Parco della Misericordia(come tutti lo chiamiamo e continueremo a chiamarlo) improvvisamente cambia nome e viene dedicato a Sandro Pertini (con tutto il rispetto per il partitante socialista, perché non chiamarlo allora con il nome del più grande musicista del XX Secolo, il Cardinale borghigiano Domenico Bartolucci?)…dava noia a qualcuno il nome della benemerita confraternita di Misericordia? Poi due giornali on line, di indirizzo politico diverso, fanno, legittimamente, un sondaggio tra i lettori e arrivano a risultati diametralmente opposti. E qualcuno allora per siglare il nuovo nome esclama : il sondaggio nostro è fatto meglio dell’altro e quindi : questo sia il nome. Non si capisce davvero (o forse si capisce anche troppo bene) perché a fine mandato il Sindaco Omoboni abbia preso questa decisione. La gente maligna come il sottoscritto pensa che i socialisti – il cui capogruppo, tra l’altro, si era scandalizzato e cosparso il capo di cenere e stracciato le vesti, insieme alla rappresentante di Rifondazione Comunista, per il patrocinio dato dallo stesso Omoboni a una giornata di studi in difesa della vita, con la partecipazione, tra l’altro, dell’ex Vicepresidente del CNR, il prof. Roberto de Mattei, intimando al Sindaco di…andare a Canossa – o, meglio, quello che è rimasto dei socialisti (99, dicesi novantanove!) abbia voluto dare l’ultimo colpo di coda e dimostrare la propria “vitalità” usando quell’arroganza propria della partitocrazia : siamo in 99 gatti? Ebbene sappiate che noi possiamo fare ancora ciò che vogliamo etc. Il Sindaco Omoboni, a mio modesto parere, dovrebbe davvero indire un referendum tra tutti i cittadini…altrimenti, sia chiaro, dimostrerà di non essere stato il sindaco di tutti ma di una parte (peraltro minoritaria) della cittadinanza … e questo alla vigilia della campagna elettorale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.