Pubblicità

Anche dodici giovani giocatori della Fortis Juventus (campionato Juniores Under 19 Regionale) sono stati squalificati (per un numero variabile di giornate) per una rissa in campo avvenuta lo scorso 2 febbraio in occasione della partita contro la società Casellina di Firenze.

In tutto sono stati colpiti dalle squalifiche 24 giocatori (12 del Casellina e 12 della Fortis) per un totale di 60 giornate di squalifica. Secondo quanto riporta l’edizione online del quotidiano La Repubblica l’incontro era stato sospeso al 42esimo minuto del secondo tempo in seguito ad una rissa tra i componenti delle due squadre.

Tra le sanzioni più pesanti sei giornate inflitte ad un giocatore della Fortis per aver tirato un calcio alla testa ad un avversario.

Il giudice sportivo ha inflitto alle due società la punizione della sconfitta (con il punteggio di 0-3) e una multa di 200 euro.

Clicca qui per l’articolo di Repubblica.

Pubblicità
Condividi

5 Commenti

  1. meno male che lo sport educa….ma fateci il piacere…smettiamola con i luoghi comuni…La violenza è nello sport come nella società.

  2. Quindi…smettiamo tutti di fare sport…eh Sergio?
    Ma mi faccia il piacere…. E per colpa di gente come lei che la società va a rotoli… solo critiche e nessuna sostanza. Lo sport non fa altro che bene. Poi, si sa, la mamma dei cretini è sempre incinta…..

    • No signor Paolo..non smettiamo di fare sport..smettiamo di sparare stupidaggini come dire che lo sport fà bene , che si fà attività sociale ed altre amenità del genere…Poi ci sono quelli come Lei che danno colpe ed etichette a destra e a manca. Si crogioli nelle sue certezze ma non pretenda che tutti la pensino come lei. Sulla questione della mamma dei cretini, Le faccio notare che qui non è un cretino in gioco, ma 24 cretini…quindi uno con un quoziente intellettivo nella norma dovrebbe farsi qualche domanda sui valori che si inculcano……

      • Ahhh e quindi sarei io quello che dà etichette a destra e a manca??? Figuriamoci… e quindi secondo lei lo sport non fa bene? Non è parte essenziale della formazione dei nostri ragazzi?? Mi dica a quanti sport ha assistito per affermare questo? E quante volte le è capitato di assistere ad una rissa? Io credo fortunatamente non molte… È chiaro che qui ci siano delle responsabilità e provvedimenti da prendere come giusto che sia, ma UN QUOZIENTE INTELLETTIVO NELLA NORMA, deve analizzare il singolo episodio e non generalizzare come sta facendo lei! Io le mie certezze, senza che me lo dica lei, me le tengo strette certo… e dico ai ragazzi FATE SPORT E FATELO NEL RISPETTO DEGLI ALTRI.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.