Pubblicità

Domenica 21 ottobre a Luco di Mugello grande festa in onore di Santa Clarice le cui spoglie – che riposano in un’urna secentesca, posta sotto l’altar maggiore della chiesa parrocchiale di San Pietro – , verranno portate processionalmente, per le vie del paese, affinché i luchesi possano rendere omaggio alla Santa. Le spoglie di Clarice furono portate a Luco nel 1600, allorché vennero estratti molti corpi di Santi dalla “Catacomba di Priscilla” a Roma nella via Salaria.

Il Monastero di Luco, fondato nel 1086 dal Beato Rodolfo Falcucci, Abate Generale dei Camaldolesi, era ormai diventato famoso in tutto il Mugello; le monache avevano manifestato varie volte ai loro superiori il desiderio di possedere, per la loro chiesa, qualche insigne reliquia allo scopo di maggiormente diffondere nella popolazione il culto dei Santi e lo spirito religioso. Il Padre Generale, don Pietro Focacci, volle appagare il pio desiderio delle religiose e comunicò alle monache, fatte affluire nella Sala del Capitolo che il loro desiderio era stato appagato.

Fu preparata una bellissima urna per accogliere degnamente le sante reliquie. Giunse dunque la Santa a Luco il 10 agosto 1661 e grande e festosa fu l’accoglienza fatta dalle monache che, in un primo momento, venerarono l’urna all’interno del Convento, finché, alla presenza del Padre Generale Don Pietro Focacci, il 30 ottobre 1661 le reliquie della Santa furono solennemente trasportate sotto l’altar maggiore della chiesa.
Narra il cronista come in quella domenica infuriasse nel Mugello una “tempesta infernale” e come, mentre si stava formando la processione per trasferire le reliquie dal convento alla chiesa l’orizzonte cominciasse a schiarirsi e tornasse a splendere un bel sole:
“Et era doveroso -scrive il nostro cronista – che si rasserenasse il cielo e quasi con volto giocondo applaudisse anch’egli nel tempo che la gloriosa Vergine e Martire doveva essere portata attorno processionalmente, dimostrando, nell’esterno, l’allegrezza che si faceva in cielo e l’accidentale gioia che si accresceva alla Santa”

Fu stabilito che la festa di Santa Clarice sarebbe stata fatta ogni anno in parrocchia, l’ultima domenica di ottobre, poi fu spostata all’ultima domenica di novembre e, ancora, all’ultima domenica di settembre.
Il nuovo parroco di Luco don Cristian Comini riprende ora, dopo decenni, l’antica tradizione della processione e dei festeggiamenti della Santa con il seguente programma riportato di seguito:

Domenica 21 ottobre 2018
Ore 10 nella chiesa parrocchiale di Luco S.Messa Pontificale presieduta da S-E.R. + Mons. Luciano Giovannetti, Vescovo emerito di Fiesole. (Presterà servizio il coro gregoriano – all’organo il M.tro Tommaso Pini). Al termine della S. Messa Pontificale Processione, con l’urna di Santa Clarice, animata dalla banda musicale di Galliano con il seguente itinerario: Via Traversi – via Farnocchia – via Montello – via Piave (sosta al tabernacolo della Santa e benedizione al paese)

Tutta la popolazione è invitata.

Andrea Giannoni

 

Pubblicità
Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.