Pubblicità

“Avevo già scritto, tempo fa, per segnalare il comportamento “poco corretto” di alcuni cittadini che, incuranti del divieto, continuano a portare i loro cani al parco della misericordia”. Inizia così la lettera firmata che arriva stamani (domenica) in redazione:

Ho fatto presente che non ho nulla in contrario agli animali, ma se ci sono dei divieti i bravi cittadini sarebbero tenuti a rispettarli.
Oggi (domenica 15 aprile) ho assistito ad un episodio particolare.
All’interno dell’area del laghetto, una papera ha “fatto l’uovo”. Stamattina passando di lì, ho sentito un po’ di confusione. Un papero stava starnazzando. Mi son voltato ed ho notato che all’interno del recinto c’era un cane, proprio vicino al posto in cui la papera ha fatto il nido.

Il cane, oltre ad essere in area vietata, era senza guinzaglio, e il padrone cercava di richiamarlo ma senza grossi risultati.
Ho pensato di andare a fargli un “cazziatone” ma poi ho rinunciato, perché avrei litigato e basta, e sicuramente io sarei tornato a casa Inc…to, mentre il “tizio avrebbe continuato a portare il cane al parco a rompere le scatole alle papere tranquillamente.

Ripeto, io non ho nulla contro gli animali.
Ma non posso dire lo stesso nei rispetti dei loro “amici ” umani. Troppo spesso incontriamo “deiezioni” non raccolte, vediamo addobbi del centro del paese fatti usare dai padroni come pisciatoi ai loro “amici” animali e, appunto, comportamenti non corretti.
Sarebbe ora di far rispettare le regole. Se alcuni non le capiscono con le buone, si deve fargliele capire con le multe.
Grazie e buona giornata.
Un paesano

Lettera Firmata 

 

Pubblicità
Condividi

7 Commenti

    • Il cane non stava mangiando nulla.
      Il cane era libero, all’interno del recinto che delimita il laghetto, laghetto che si trova in area INTERDETTA ai cani (interdetta=VIETATA).
      Al parco c’è una area apposita per gli amici cani. E al parco È VIETATO L’ACCESSO AI CANI.
      Il cane ha un amico/proprietario che È TENUTO A RISPETTARE I DIVIETI.
      In Italia siam tutti buoni a chiedere il rispetto delle leggi e poi, uno per uno, sbattersene continuamente. L’ importante è che i divieti non riguardino noi. L’italiano medio è quello che pensa “io sono io e voi non siete un ca..o”?
      Io spero di no, ma purtroppo, gran parte degli italiani, quando gli si fa notare che stanno violando la legge, o rispondono male (se non passano alle mani direttamente) o rispondono come ha risposto lei (lo fanno anche i gaBBiani, le tartarugHe e perchè no, anche i lupi), giustificando un comportamento scorretto col “tanto lo fanno tutti”.
      E poi ci si meraviglia se in Italia sta vincendo il populismo.

  1. Ecco vedete…lo si evince da queste risposte, l’ educazione e il rispetto verso gli altri che riescono ad avere le persone… Lei signora conosce la differenza tra animale domestico e selvatico? Se lei ha un cane, lei ne è la responsabile… quindi è tenuta al rispetto delle regole.
    .. Punto e basta. Chi ha lasciato il cane a giro per il laghetto semplicemente NON LE HA RISPETTATE, quindi andrebbe MULTATO!

  2. ecco e evidente che lei non ama i animali. specialmente cani.e non c’entra la papera.Perche quando uno vole salvare qualcuno che gli sta al cuore li fa e non si lamenta scrivendo.La prossima volta affronta il proprietario di cane o telefono a LIPU.

    • E come va affrontato il proprietario, armato? Un coltello basta?
      Se ci sono delle regole, vanno rispettate! Anzi vanno FATTE RISPETTARE, da chi è pagato per farlo.
      Qualche tempo fa ho segnalato alle autorità un disboscamento non autorizzato, e fuori stagione. Dopo rimbalzi fra varie (in)competenze mi è stata data una risposta tipo quella di Marina-che-ama-gli-animali: “lei non gli ha detto nulla?”
      Evidentemente stiamo andando verso il fai da te..

  3. Nel parco non è vietato l’ingresso ai cani, i cartelli fanno riferimento a una legge abrogata, ma devono essere tenuti al guinzaglio non più lungo di un 1,50 così sotto controllo non farebbero danni ad altri Per le feci ci vuole il masso rispetto benvengano le multe, ma purtroppo.mi è capitato di trovare spesso feci umane

  4. InTanto le cose stanno cosi:, la regione Toscana, prevede con Legge Regionale n. 59\2009, l’accesso dei cani accompagnati dal detentore a tutte le aree pubbliche e di uso pubblico, compresi i giardini, i parchi e le spiagge.

    Eventuali limitazioni sono previste per le aree giochi dedicate ai bambini, quando a tal ne sono chiaramente delimitate e segnalate con appositi cartelli di divieto e dotate di strumenti atti alla custodia dei cani all’esterno delle stesse.

    Per cui amio avviso il divieto di accesso ai cani nel parco della misericordia, penso sia illegale. Detto questo, i cani devono essere tenuti sempre al guinzaglio lunghezza max consentita 1,5mt,e il proprietario deve avere con se la museruola.

Commenta l'articolo, scrivi qui!

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.