Pubblicità

Dal partito della Rifondazione Comunista del Mugello riceviamo e pubblichiamo.

SOLIDARIETÀ DAL PARTITO DELLA RIFONDAZIONE COMUNISTA DEL MUGELLO A DOMENICO LUCANO SINDACO DI RIACE.

Esprimiamo tutta la nostra solidarietà a Domenico Lucano, sindaco di Riace, agli arresti domiciliari per aver messo in piedi un modello di accoglienza capace di far tornare a vivere un intero territorio.

A Riace donne e uomini in fuga e in cerca di speranza hanno trovato chi quella speranza insieme a loro l’ha nutrita e praticata fino a farla diventare qualcosa di reale.

Perciò proprio a Riace quella speranza è stata colpita e l’umanità arrestata. E insieme a questa la convinzione che l’amministrazione di un paese debba in primo luogo rendersi responsabile verso gli ultimi, verso i deboli, che siano bianchi o neri, difendendoli da chi depreda senza ritegno territori ed esistenze.<

La contestata violazione nell’assegnazione degli appalti per i servizi di raccolta dei rifiuti in un territorio in cui imperversano le ecomafie, portata avanti senza intascarsi un euro (cosa impensabile oggi!), ma favorendo, attraverso il lavoro, integrazione e inclusione sociale, è il segno di un coraggio che a molti sindaci manca nel denunciare i limiti che le leggi attuali troppo spesso impongono agli amministratori, impedendo loro di far fronte alle esigenze dei propri paesi, delle proprie città e dei loro abitanti.

Perciò è l’umanità che viene arrestata con Domenico Lucano, proprio mentre la disumanità diventa legge con il decreto Salvini. Negli stessi giorni in cui l’accoglienza è criminalizzata come favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, il provvedimento voluto dal ministro degli interni quello sì che rischia di produrre, in una sola volta e senza alcuno scrupolo, migliaia di clandestini proprio con quelle persone che in luoghi come Riace avevano trovato una speranza e la prospettiva di un futuro. E tutto in aperta violazione ad uno dei capisaldi della nostra Costituzione, fomentando ancor più odio e barbarie.

Appare evidente allora che sarebbero necessari molti Domenico Lucano in più, capaci di opporsi a tutto questo, fra i nostri amministratori. Ci meriteremmo infatti più sindaci capaci di prendersi con tanta convinzione la responsabilità del proprio ruolo, degli interessi collettivi e della propria umanità.

Pubblicità
Condividi

1 COMMENTO

  1. La solidarietà può essere e ci deve essere al di sopra delle correnti di parte ,in autonomia .
    In giusta ragione non necessita di ideologie.
    Natalino

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.