Pubblicità

Le sezioni Anpi del Mugello (Borgo San Lorenzo, Barberino di Mugello, Vicchio, San Godenzo e Londa), in occasione dell’ottantesimo anniversario delle leggi razziali del 1938, hanno promosso un convegno per ricordare le persecuzioni razziali sotto il regime fascista e, soprattutto, per fare una riflessione sul clima di intolleranza attuale. Si legge infatti in una nota di Anpi:

Riteniamo che la situazione sia estremamente preoccupante. L’odio e la discriminazione che, anche da parte di forze politiche al governo, viene diffuso nel paese, trova un terreno fertile nel rifiorire di nuove e moderne forme di fascismo al quale il razzismo è sempre associato. Le aggressioni verso i migranti sono ormai quasi quotidiane e c’è una assuefazione dell’opinione pubblica a queste violenze che molte volte non trovano una adeguata risposta. Come Anpi abbiamo il dovere di ribadire i principi Costituzionali dell’uguaglianza e della solidarietà ed è quanto ci proponiamo.

Il convegno si terrà sabato 10 novembre alle 15:30 presso il cinema Don Bosco di Borgo San Lorenzo. Parteciperanno la storica Marta Baiardi, il sociologo senegalese (e mediatore culturale della comunità senegalese fiorentina) Pape Diaw. Coordina Paola Poggini, sarà proiettato il cortometraggio ‘La Trasferta’.

Clicca qui a fianco per la locandina del Convegno _Che Razza di Italiani Siamo__STAMPA

Pubblicità
Condividi

13 Commenti

  1. Scusate…bella l iniziativa e la divulgazione per “non dimenticare”.
    Secondo il mio punto di vista è giusto ripercorrere la storia laddove ha commesso errori ma va pure detto che non importa ritornare al 1938 per ritrovare provvedimenti “discriminatori” e campagne massiccie di denigrazione.
    Anzi mi pare l’ultima abbia interessato solo i soggetti piu fragili e deboli della società, ovvero i bambini, coloro che dovrebbero essere oggetto di protezione e accudimento specifico.
    Proprio nel “lontano” 2017….di preciso tra Giugno ed Agosto, un governo definito DI SINISTRA , composto da PD + FORZA ITALIA e altre forze politiche di poco conto, ha voluto con forza e senza motivazioni vere e serie una Legge particolare.
    Parlo della Legge 119/2017 che attraverso mere circolari, senza alcun valore legale, ESCLUDE i bambini dalle SCUOLE.
    Scuole che fino a 1mese prima erano casa loro senza problemi.
    Allora dico…ma l ANPI…la SINISTRA…POTERE AL POPOLO..i Comitati anti-fascisti anti-razzisti ecc. Dove erano?
    Eppure l ha fatta il Pd e Forza Italia…voi forze e associazioni che oggi tanto decantate l antirazzismo e l antifascismo DOVE ERAVATE?
    Gli unici oppositori a tale abominio furono la Lega e il M5S..oggi al Governo e dei quali uno accusato di essere razzista e fascista.
    DOVE ERAVATE ANPI, ANTIFASCISTI ANTIRAZZISTI, SINISTRA ecc?

    L IPOCRISIA è una brutta malattia che vi ha colpito e vi sta logorando piano.piano facendovi sparire dalla scena politico-sociale della società.
    Eppure l esempio l avete davanti a voi…PD e Forza Italia..sparite per la loro Ipocrisia.
    Ripeto e lancio l appello…VOI DOVE ERAVATE?

    • Icche c’entra LA RUSSIA con quello che è successo IN ITALIA?
      Le leggi RAZZIALI furono emanate dal governo ITALIANO. O meglio, FURONO EMANATE DAL DITTATORE ITALIANO. In Russia ci siamo andati, si, ma a morire, sempre per merito di quel dittatore italiano. In Russia son morti quasi 100.000 italiani non perché Stalin li ha messi nei campi di concentramento MA PERCHÉ QUEL DEMENTE CHE LEI AMA LI HA MANDATI IN GUERRA.
      Perché in questo paese quando si parla Delle tragedie che ci sono state si deve dire “e allora di là”, o “e allora quegli altri”?
      Siamo in Italia, NON IN RUSSIA.

  2. Fare questo convegno ai salesiani mi vien da ridere. I nostri cari partigiani dopo la guerra se c’era una cosa gettare e terra e distruggerla era la scuola dei salesiani il cinema e l’Oratorio, colpevoli per i tanti ragazzi che ci andavano. Ma fatemi il piacere.

  3. Mi viene da ridere a leggere i commenti…
    1) icche le c’entrano le elezioni del Friuli con una manifestazione per ricordare le leggi razziali del ’38 ed una delle più grosse tragedie del 20° secolo?
    2) a chi contrappone “l’amico Stalin” alle leggi razziali: le leggi razziali RIGUARDAVANO IL POPOLO ITALIANO. l’Italia non è e non è MAI stata RUSSA. Checché vi abbia insegnato il Vostro amico Benito, in Italia Stalin non ha mai toccato nessuno, mentre quel criminale fascista ne ha mandati centinaia di migliaia IN RUSSIA(circa 300.000, di cui 100.000 non sono mai tornati…) e fatti internare a migliaia prima nei campi italiani e poi fatti trasportare nei campi di concentramento tedeschi con la grave colpa di essere ebrei, dissidenti, rom, omosessuali eccetera.
    Quando si parla di ITALIA, parlate dell’ITALIA. STALIN lasciatelo in RUSSIA.
    3) per chi lamenta l’uso dei salesiani:
    Le vorrei far notare che i Partigiani Italiani NON ERANO SOLTANTO COMUNISTI. I gruppi partigiani Italiani erano di ogni estrazione. Pensi che anche molti DemoCristiani erano partigiani… Il “pezzo grosso” dei partigiani, quello che dette via radio il via alla resistenza, era un socialista. È diventato famoso per essere stato, in seguito, il Presidente della Repubblica più amato dagli italiani… È l’ora di finirla con questo luogo comune “Partigiani=comunisti”. Forse in Mugello c’era una maggioranza di comunisti, ma NON c’erano solo loro a lottare contro l’invasore. Perché potete girare la storia come volete, i Partigiani fecero la guerra contro un invasore. I tedeschi erano invasori. Ed erano alleati del Vostro caro Benito. Ed è stato prendendo a calci prima il Vostro amato Benito e poi gli invasori che i Partigiani Vi hanno regalato la libertà.

    Il cittadino consapevole non lo commento nemmeno.
    Se è così un cittadino consapevole, son felice di essere disinformato.

  4. Signori miei il periodo delle leggi razziali lo conosciamo ben definito in un periodo buio della storia mondiale.Da condannare e far conoscere.
    Ci sono persone che lo hanno provato direttamente e altri che ne hanno sentito parlare.
    Certamente non c’è da perdonare un errore un simile atteggiamento.
    Come diceva un amico ebreo:l’offesa la deve perdonare chi l’ha ricevuta….
    L’Italia è divenuta una terra di speculazione e di libero delinquere.Quando sarete vittime o testimoni di atti delittuosi,furti o speculazioni,vi renderete conto che non c’è razzismo, non c’è colore di pelle o religione ma persone che fanno ciò che più gli aggrada protette da leggi,sentenze,accordi,altri che invece devono subire e sperare(gli onesti).
    Se vogliamo invece approfondire il reale e subdolo male che divide….
    Guardiamo di capire perché ci devono essere dei furbi che sfruttano e altri che devono essere sfruttati.È attuale basta pensarci un po’ senza azionare slogans.
    Non facciamo i tifosi politico, etnico,sociali.
    Questo è l’origine dei mali
    Ugo

  5. signori sono 55anni che sento parlare di fascismo e antifascismo siamo ancora a parlare del 38 è solo ipocrisia sono divisioni sociali che non servono al popolo Italiano. L’ANPI è da una vita che sta gettando benzina sul fuoco pure tra voi non ci sono angioletti ma misfatti da fascisti con una divisa di un altro colore in una guerra mondiale e ancor peggio in una guerra civile le cattiverie e il lato peggiore dell’umano prende il sopravvento da qualunque parte esso combatta e ci rimettono solo ed esclusivamente i più deboli. Coloro che governano attualmente sono stati voluti e votati dal popolo democraticamente e sono stati votati per la loro campagna elettorale che stanno attuando.se ci fosse coerenza dovevamo combattere un governo Monti e Renzi non votato dal popolo ma voluti da un Presidente e da un parlamento di parte. Comunque il vento cambia e l’Europa ne è parte integrante; tranquilli l’olio di ricino non esiste più. forse un po di ordine non guasterebbe poi il ventennio non è stato poi solo olio di ricino e manganello la storia andrebbe raccontata come è stata ma in Italia conosciamo solo quella scritta dai vincitori

  6. Mi piace ….che finalmente si affermi che vi furono resistenti non solo comunisti,ed è vero,ma per molti anni si è nascosta questa realtà ,come pure la resistenza che fecero i nostri soldati dopo 8 settembre e furono l’internato in campi di lavoro e concentramento.
    Bene ,facciamo chiarezza.
    Ugo

  7. Scrive l’Anpi: Riteniamo che la situazione sia estremamente preoccupante. E’ vero dopo che un nigeriano ha squartato e messo in due valigie una ragazza a Macerata e dopo due senegalesi e un altro nigeriano hanno stuprato ed ucciso una ragazzina a Roma: ha ragione l’Ampi, la cosa diventa preoccupante.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.