Pubblicità

Si terranno domani giovedì alle 15 nella Pieve di San Lorenzo i funerali della giornalista Paola Leoni, ecco di seguito il ricordo che ha tracciato per noi Aldo Giovannini.

Il dispiacere e il dolore è tanto e qualche volta non viene nemmeno la voglia di scrivere delle parole, ma conoscendo la cara Paola da 40 anni, avrebbe avuto piacere che quando sarebbe venuto il giorno in cui tutti, nessuno escluso, dovremmo andare con i piedi in avanti, i tanti amici sapessero della sua dipartita.

Ha lottato come una leonessa, fin dal giorno in cui gli venne diagnosticato un qualcosa di brutto che non lascia scampo, ma Paola con la sua volontà, con la sua flemma, con il suo spirito battagliero, con la sua voglia di vivere, benché consapevole di quello che sarebbe andata incontro, e lo diceva a tutti senza un minimo di titubanza o di vergogna ne tanto meno di compassione, perché la sua voglia di vivere era talmente tanta che è riuscita per qualche tempo a superare il suo subdolo nemico che la minava giorno per giorno.

Quanti ricordi abbiamo della cara Paola, quante cose abbiamo fatto insieme, io con il mio taccuino, lei con l’immancabile microfono in mano; quanti servizi sul nostro Mugello, da perderne il conto: arte, cultura, sport, teatro, musica, folclore, cronaca, insomma tutto quello che era la vita sociale e civile del nostro Mugello e oltre; e tutto questo solo per passione per la nostra terra. Poi le sue rubriche televisive sempre partecipate, interessanti, accattivanti. Aveva per tutti belle parole, spronava a fare, a partecipare, a vivere, veniva immancabilmente invitata da Enti, Associazioni, Club, Comitati, per presentare, parlare, discutere, molti dei quali l’hanno insignita anche come socio e dirigente “onorario”.

Qualche volta però si lasciava andare a riflessioni un po amare, specialmente quando non riceveva un misero grazie dei tanti servizi che espletava per la società civile in cui ha vissuto intensamente. Ma la vita è cosi, “tutto è dovuto”, ci diceva sempre e aveva perfettamente ragione. Sabato scorso in occasione dei concerti musicali all’interno dell’Ospedale siamo andati a trovarla nella sua cameretta di dolore. La vita gli sfuggiva, gli occhi semichiusi, una profonda tristezza, ma ebbe la forza di dirci che ci si sarebbe ritrovati lunedì 29 ottobre nella Sala Consigliare del Comune di Borgo, poiché gli veniva consegnato l’attestato di Cavaliere per Ordine et Merito della Repubblica Italiana, che gli era stato conferito due mesi orsono.

Era orgogliosa di questo e non poteva esser diversamente; l’ultima sia piccola-grande soddisfazione di donna impegnata fino alla fine. Un abbraccio affettuoso da tutti coloro – e sono stati tantissimi da perdere il conto – che ti sono stati vicino e ti hanno voluto bene. Seguiterai da lassù, ne sono certo, a fare tante belle cose come hai fatto quaggiù. Ciao.

(Foto A. Giovannini)

Pubblicità
Condividi
Redattore . Nato a Borgo San Lorenzo nel 1940; giornalista fin dal 1954; autore di circa diecimila articoli di arte, storia, cultura, folclore, costume, sport, vita sociale, civile, religiosa, politica. Appassionato di storia del Mugello, ha dato alle stampe dodici volumi su Borgo San Lorenzo in particolare e sul Mugello in generale. Detiene in archivio 90 mila immagini, dal 1860, di tutto il territorio.

13 Commenti

  1. Una grande perdita per tutti e non solo, anche una grave perdita giornalismo e per il nostro Rotary Club Mugello, di cui Paola era una socia onoraria ed il cui apporto mancherà profondamente.
    A nome mio personale, un un grande ed affettuoso abbraccio .
    Elio Roselli
    Past President
    Rotary Club Mugello

  2. Caro Aldo grazie del bellissimo ricordo per la nostra Paola… come non ricordare tutti i suoi servizi sulle nostre attività musicali Mugellane, dal borghigiano Teatro Giotto, alla vicchiese Casa di Giotto, dal Palazzo dei Vicari fino a Dicomano e San Godenzo…
    Condivido le tue emozioni e il tuo dolore, mi associo nel ricordo dei tanti momenti belli vissuti insieme a Paola, anche nel Rotary Club Mugello… nostra socia onoraria e infaticabile cronista e collaboratrice dei nostri services…come ha sottolineato il nostro past President Elio Roselli…
    Credo proprio che la nomina a Cavaliere della Repubblica Italiana sia l’ultimo saluto e riconoscimento terreno ad una gran bella persona.
    Ciao Paola, ci mancherai quaggiù ma so che lassù sarai impegnata a riprendere ogni momento…
    Grazie Aldo per il tuo articolo… sempre puntuale…
    Saluti alla redazione.
    Sabrina Malavolti Landi

  3. È una perdita molto importante per stampa e televisione in genere aveva sempre parole significative per tutti quando ti faceva domande aveva sempre un sorriso e ti aiutava agevolandoti nella risposta.Si può dire che Paola finisce con ola come parola. Grazie Paola di tutte le grazie che non ti abbiamo detto . Per il Centro Formazione e ricerca Don Lorenzo Milani e scuola di Barbiana.Nevio Santini

  4. Condoglianze più sincere per la dolorosa perdita di Paola alla famiglia e a tutti quelli che Le volevano bene, e sono tanti.
    Quando si perde una persona a noi cara la speranza è di averla sempre viva nel nostro cuore e un domani di poterla abbracciare nuovamente.
    Mi mancheranno le sue interviste in ogni evento sociale o sportivo in cui ci trovavamo.
    Non ti dimenticheremo mai
    Ciao Paola
    Max,Tina e Sara Mugelli

  5. Paola lasci un grande vuoto nella vita di noi tutti, nessuna parola o gesto potrà mai rincuorarci della tua assenza. Il mio pensiero come mamma va alle tue piccole grandi donne, che dovranno affrontare un dolore tanto grande, e in cuor mio vorrei tanto alleviarlo un po’.
    Ci mancherai tanto tanto.
    Tina

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.