Furti in abitazione nella serata e nella notte tra martedì e mercoledì in Mugello, tra Ronta e Luco (Borgo San Lorenzo).

Il primo episodio (nel centro di Ronta) è avvenuto martedì 8 agosto intorno alle 21. Gli abitanti della casa erano usciti per un piccolo giro in paese con il cane (non più di 15 minuti) quando qualcuno (che probabilmente controllava le loro mosse) si è introdotto in casa passando dal retro per poi far perdere le proprie tracce dal bastione della ferrovia. Nel bottino oggetti in oro.

Altro furto invece nella notte a Luco di Mugello, all’inizio della strada per Grezzano. In questo caso i ladri sono entrati in azione nella notte, tra le 3 e le 6. Per entrare hanno praticato un foro nel in una porta finestra che si affaccia su una strada laterale. In quel momento all’interno si trovava solo il figlio dei padroni di casa, ventenne, che stava dormendo e non si è accorto di niente.

Risultato: anche in questo caso alcuni preziosi (pare solo alcuni anelli) e tanto scompiglio al piano terreno. In entrambi i casi indagano i Carabinieri.

Ma nella notte a Luco avrebbero ‘visitato’ anche altre case, mettendo in atto la classica ‘strisciata’ di furti. Una metodologia per la quale i ladri scelgono una zona e provano a entrare (magari dal retro) in varie abitazioni. Prendendo quello che trovano nel tentativo di ottenere un bottino minimizzando i rischi.

Condividi

10 Commenti

  1. Indaga chi sta sempre chiuso in sede, quella sede protetta da palizzata di ferro, tanto da sembrare la Fortezza Bastiani di Buzzatiana memoria.
    Indaga dopo, invece di fare ronde prima.

    • Gentile Piero, ci sembra un pò ingeneroso il suo commento. Le forze dell’ordine sono molto impegnate sul territorio e come potrà comprendere non credo che possono essere presenti dappertutto. Piuttosto sarebbe opportuno aumentare la collaborazione dei cittadini anche attraverso le segnalazioni di situazioni che possono essere “anomale”. Maggiore collaborazione, maggiore sicurezza.

      • Purtroppo, non sono affatto sicuro che la collaborazione dei cittadini sia, poi poi, così tanto gradita ai Militi. In varie occasioni ho potuto rilevare una certa noncuranza, se non addirittura fastidio, nelle segnalazioni talvolta effettuate.
        Devo però riconoscere che non sempre è stato così, probabilmente in funzione delle persone a cui ti rivolgi o in funzione delle direttive ricevute dal “vertice” locale.

        • P.S. Mi scoccia un po’ commentarmi addosso, ma questo è proprio un post scriptum.
          Si potrebbe controllare se questi episodi sono più frequentemente ricorrenti in presenza di allestimento di giostre o luna park nella nostra zona?
          Sarebbe un classico, abbondantemente utilizzato in un certo dipo di letteratura.

  2. Io sono d’accordo con Piero , che sembra quasi si disturbi. Io abito vicino a una casa del popolo e non si dorme tranquillamente.. abbiamo provato più volte a lamentarci ma sembra che vogliamo essere razzisti.e dobbiamo noi adeguarci a il loro tenore di vita…..
    Gli anormali siamo noi

  3. Infatti al Foro Boario e’ arrivato il luna park, o meglio qualche carrozzone, e guarda caso quando e’ presente certa gente avvengono i furti, quello che non capisco io e’ perché’ il comune continua ad ospitarli gratis con tanto di acqua e corrente, al momento dell’arrivo andrebbero identificati tutti.

  4. Personalmente ritengo pure le forze dell’ordine vittime di leggi non idonee per condannare certe ragazzate così definite da giudici e magistratura furti e violenza in casa delle vittime se una volta presi e accertati facessero 10 anni senza sconto di lavori socialmente utili forse sarebbe un detraente per fare certe ragazzate oppure ci fossero leggi che non condannano chi subisce furto o violenze in casa propria se ammazzano il furfante male intenzionato del resto la legittima difesa è un bene acquisito.. Ma tolto da buonisti che preferiscono la delinquenza alla giustizia e alla tutela del cittadino nella sua casa o proprietà

Commenta l'articolo, scrivi qui!