Pubblicità

E Forza Italia plaude. Scrive infatti il coordinatore, Davide Galeotti:

Sulla assegnazione delle Case Popolari, nel 2016 il consigliere di Forza Italia, Luca Ferruzzi, portò in Consiglio Comunale una mozione per richiedere che per i cittadini non italiani, la proprietà di alloggi fuori Italia fosse certificata dallo Stato di provenienza, piuttosto che lasciata a una semplice autocertificazione del richiedente.

La mozione Ferruzzi, insomma richiedeva agli stranieri che facevano domanda per le case popolari di dimostrare veramente di non essere proprietari di alloggi in terra natìa, con una certificazione ufficiale rilasciata dallo Stato di provenienza.

A quasi due anni di distanza la Giunta Omoboni, sulla base di quanto fatto a livello regionale da altre giunte tra le quali la Giunta Nardella (Deo gratias o forse in odore del nuovo vento delle elezioni nazionali), ha inserito tale certificato tra i documenti necessari nel bando per l’assegnazione di alloggi ERP.

Vedremo presto se il numero delle domande manterrà i livelli degli anni scorsi o se cambierà qualcosa.

Non sia mai che stavolta qualche furbetto del quartierino (a casa sua) abbia rinunciato a presentare domanda.

La conversione “populista” delle giunte toscane potrà far storcere la bocca ai nostri accoglienti a qualunque costo (costo ovviamente a carico della comunità), ma noi pensiamo sia solo una conversione alla ragiovenolezza.

Ci aspettiamo qualche furbetto in meno e qualche vero bisognoso in più. Siamo certamente lieti che la ragione, alla fine, prevalga sulla retorica falso-buonista.
E speriamo di poter assegnare più case a chi (cittadino italiano in via prioritaria) ne veramente ha bisogno.

Pubblicità
Condividi

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.