villa-quiete-san-cresci
Pubblicità

villa-quiete-san-cresciUna doccia fredda per chi credeva di vedere realizzato in tempi brevi un eco villaggio a San Cresci, frazione del Comune di Borgo San Lorenzo? Più o meno così devono essere suonate le parole del sindaco di Borgo, Giovanni Bettarini, riportate dal quotidiano La Nazione di oggi (martedì 19 novembre).

Articolo in cui il sindaco tiene a chiarire sul nascere una serie di possibili equivoci. Ossia a ribadire che gli attuali strumenti di pianificazione urbanistica non prevedono la possibilità  di sviluppo ed edificazione nell’area.

Come dire: stop a tutti gli equivoci. Perché un insediamento di circa 400 persone (si legge nell’articolo) avrà pure bisogno di alcune costruzioni da realizzare oltre alla villa. Ecco, pare di capire, queste costruzioni non potranno essere autorizzate a causa dei vincoli del piano.

A complicare tutto, poi, ci sarebbe anche la nuova legge urbanistica della Regione Toscana. Molto rigida in fatto di concessione di urbanizzazioni in aperta campagna (come in questo caso).

Futuro nero allora? Non è detto. Bettarini lascia aperta una porta e dice che bisogna approfondire e vedere…

Clicca qui per leggere l’articolo di OK!Mugello sulla confereza stampa di presentazione del progetto.

Pubblicità
Condividi