Pubblicità

Attenzione: tutti dovranno ripresentare la domanda, previsto anche l’utilizzo temporaneo di un alloggio per le vittime del Forteto. Tra le novità  anche la certificazione di non possesso di immobili, domande fino al 14 Maggio. È stato pubblicato il nuovo bando del Comune di Borgo San Lorenzo per l’assegnazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica, la precedente graduatoria, quindi, decadrà.

Per essere reinseriti nella lista sarà necessario ripresentare la domanda secondo i nuovi requisiti richiesti.

Questa scelta nasce dalla necessità di recepire, tra le altre, la disposizione che prevede di presentare la dichiarazione sul possesso, o usufrutto, di immobili ad uso abitativo in Italia e all’estero. Questa certificazione, per i cittadini stranieri, dovrà essere rilasciata dalle autorità del Paese di origine.

Quindi per partecipare al bando non si deve essere in possesso né avere in usufrutto o in uso degli immobili, questa novità va ad aggiungersi a quelle inserite nel bando del 2016 dove si è previsto un punteggio aggiuntivo per chi risiede nel Comune di Borgo San Lorenzo, o vi svolge un’ attività lavorativa stabile.

Inoltre tra i requisiti rimane il parametro sul reddito che non deve essere superiore alla soglia di € 16.500,00= di valore ISEE; ISEE che dovrà essere in corso di validità alla data di pubblicazione del bando.

La domanda dovrà essere presentata entro il 14 Maggio 2018, prorogato di 30 giorni al 13/6/18 per i cittadini italiani emigrati all’estero residenti nell’area europea e nei paesi extraeuropei.

“L’Edilizia Residenziale Pubblica – Afferma l’Assessore ai Servizi alla Persona Ilaria Bonanni – rappresenta un’opportunità per coloro che hanno difficoltà, per questo riteniamo che sia fondamentale equità e recepimento delle nuove leggi in materia. Il nuovo bando di assegnazione degli alloggi ci permette di introdurre importanti novità sui requisiti di accesso come l’ISEE e l’assenza di proprietà di immobili all’estero. Novità anche per quanto riguarda la decisione presa in merito all’utilizzo autorizzato temporaneo di un alloggio ERP per le vittime del Forteto. Per consentire l’aggiornamento dei requisiti e garantire una revisione costante della graduatoria, il bando verrà pubblicato ogni anno come da Regolamento Comunale. L’introduzione di questi nuovi elementi e il lavoro incrociato in materia di verifiche e controlli dei vari Uffici, che ringrazio, permette l’assegnazione di alloggi ERP a coloro che ne hanno veramente bisogno”.

Informazioni, copia del bando e del modello di domanda, possono essere richieste all’Ufficio Relazioni con il Pubblico del Comune di Borgo San Lorenzo in Piazza Dante n. 2, aperto al pubblico dal lunedì al sabato dalle 8.30 alle 12.30, il giovedì anche dalle 14.00 alle 18.30, oppure al Responsabile U.O Politiche Sociali, ufficio aperto al pubblico nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 8,30 alle ore 12,30 e giovedì dalle ore 14,00 alle ore 18,30.

Bando integrale e facsimili di domanda sono scaricabili e visionabili sul sito del Comune (clicca qui)

N.B. Riguardo alla questione del possesso di immobili va precisato che i cittadini di paesi aderenti all’Unione Europea (con esclusione dell’Italia) e i cittadini extracomunitari dovranno allegare alla domanda la certificazione delle autorità del Paese di origine, oppure del consolato o ambasciata del Paese di origine, in lingua italiana o tradotta in italiano nelle forme di legge, che attesti che tutti i componenti il nucleo familiare non possiedono alloggi nel loro Paese, pena l’esclusione dal bando.

I titolari pro-quota di diritti reali (cioè chi possiede una quota della proprietà di un alloggio) o i titolari di proprietà assegnate in sede di separazione giudiziale dovranno allegare l’attestazione dell’indisponibilità dell’alloggio (per ”indisponibilità” si intende l’impossibilità documentata e oggettiva di abitarvi in quanto assegnato al coniuge in sede di separazione o in quanto vi risiedono stabilmente uno o più parenti, oppure perché l’alloggio è in condizioni tali da risultare non abitabile); per i cittadini comunitari e non comunitari, l’attestazione dell’indisponibilità dell’alloggio deve essere rilasciata dalle autorità del Paese di origine, oppure dal consolato o ambasciata del paese di origine, in lingua italiana o tradotta in italiano nelle forme di legge, pena l’esclusione dal bando.

Pubblicità
Condividi

Commenta l'articolo, scrivi qui!