Di seguito pubblichiamo una lettera firmata arrivata in redazione in riguardo alle chiusure operate nel centro di Borgo San Lorenzo nella giornata di giovedì:

Forse vi sembrava che la situazione fosse troppo facile per noi che da qualche parte avremmo dovuto parcheggiare? In fondo c’era solo il passaggio del Giro d’Italia con il conseguente divieto di parcheggio sul viale, e la pulizia delle strade ai giardini davanti al comune, quindi avete voluto chiudere anche Piazza del popolo, così, giusto perché non potessimo parcheggiare neppure lì.

Ora, giusto per capirci, non è che il passaggio del “Giro” vi è stato comunicato domenica scorsa, tanto da farvi correre a tappare le buche tutte gli ultimi due giorni creando situazioni di traffico assurde, così come è assurdo il rilascio “A caso” (e notate che ho usato la “S”) di ordinanze firmate da chi evidentemente non si preoccupa neppure di controllare il calendario degli eventi.

Lasciamo perdere la festa, “Vivi lo sport” è sicuramente una bella manifestazione, ma è tutto il “MERCATO” che puntualmente volete creare attorno ad ogni manifestazione organizzata che crea solo problemi oltre a svilire una festa “Dedicata” .

Il risultato è che, qualsiasi evento, a parte le tre cose che servono a dare il nome alla manifestazione, il contorno è sempre lo stesso. Stessi banchi, stessi prodotti, stessa gente che si parli di favole, di cioccolata, di tartufi, di svuota cantine con il risultato che ogni evento sembra la ripetizione del precedente.

Giovedì 18 oltre alla chiusura di piazza del popolo, avete voluto chiudere anche il Corso ed anche qua, ci sarebbe da chiedervi perché!? Forse per far posto al montaggio di ben TRE banchini che normalmente montano in 15 minuti sui quali non erano neppure esposte le merci?

Cos’è avete lasciato il “Posto Unico” come al cinema? Chi prima arriva prende il posto migliore? Perché altrimenti non si spiega il montaggio di giovedì di tre ombrelloni che hanno chiuso il corso per tutta la giornata, quando la festa comincia oggi.

A concludere il tutto, ci è stato fornito un Pass residenti e questa è la prima volta che accade! Peccato che il pass sia valido per parcheggiare davanti all’Inps o parcheggio della Coop, oppure all’asilo al ponte di Sieve. Cos’è? Per la fiera agricola ci rilascerete un pass per parcheggiare liberamente a San Piero a Sieve o a Vicchio?

È buffo, perché ogni volta non perdete occasione per distinguervi e per peggiorare la situazione di chi in centro ci vive ed ha bisogno specialmente nei fine settimana di usufruire dei servizi come tutti gli altri.

Ricordandovi che la storia insegna che a far arrabbiare il popolo alla fine c’è solo da rimetterci (i vostri mandati non sono eterni) vi ringrazio per l’attenzione che dedicherete a queste righe sapendo che comunque continuerete a fare come vi pare. E perché cambiare se non c’è lo sponsor?

Vi allego anche un paio di foto, giusto per farvi vedere ciò che riuscite a concepire.
Lettera Firmata

Condividi

7 Commenti

  1. Oltretutto, trattandosi di “festa dello sport” si chiude la via principale di accesso al centro del paese per mettere banchi che vendono tutto tranne che attrezzature sportive. Come in tutto il “mercato” che c’è tra il ponterosso e il parcheggio del foro boario e in parte di piazza del mercato non c’è l’ombra di un pallone, di un paio di scarpe da tennis, e manco di un calzino di tela ma solo sassi colorati, vasi, mattonelle, macchine, aspirapolveri o articoli per nostalgici dei chilum (che tra l’altro ci sono pure, in vendita…).

  2. Lettera molto dettagliata e veritiera dello scempio che succede a Borgo da un po’ di tempo a questa parte quando ci sono queste manifestazioni.

    • Scusate, ma voi che vi lamentate tanto, siete mai usciti da questa valle? Borgo si gira in 5 minuti da una parte all’altra, se per una volta viene fatto qualcosa in questo paese, che ormai non è altro che un dormitorio di Firenze, vi lamentate, parlate di scempio, di disservizio e di quant’altro vi viene in mente. Ma smettetela una buona volta. Io ho molto da criticare e, ma certo non su queste cose. Se una volta dovete parcheggiare a 300 metri da casa mica siete morti. Infatti siete qui a scrivere bischerate….

  3. In questa valle come la chiami, ci sono arrivato da Firenze, dove tutti i giorni vado a lavorare, nella valle ci torno sempre volentieri la sera in quanto si sta’ bene, abito fuori dal paese e problemi di parcheggio non ne ho, solo che ogni volta che ci sono queste manifestazioni vengono fatte e rifatte sempre le solite cose, i soliti tristi bancherelli con la solita merce e ogni anno e’ sempre peggio, poi ci si mette anche il comune a rompere le balle con le chiusure delle strade.
    Saranno gia’ pronti per la fiera agricola…….

Commenta l'articolo, scrivi qui!