to degrado borgo 2013 2sso 3
Degrado a Borgo San Lorenzo
Pubblicità

Città di Borgo San Lorenzo, quartiere Bronx. Prosegue la nostra inchiesta su decoro, degrado e manutenzione a Borgo San Lorenzo. E qui in Viale della Repubblica sembra proprio di essere nella periferia degradata di una grande metropoli; e invece siamo  all’interno del sottopassaggio (ugualmente degradato) che collega viale della Repubblica (a due passi della stazione ferroviaria) con Via Andrea del Castagno. Un passaggio ricavato all’interno di un palazzo e che si presenta in condizioni di assoluto abbandono (almeno stando a vista e olfatto).

E’ infatti perennemente imbrattato con scritte (anche oscene) realizzate a bomboletta sui muri, e secondo i residenti della zona, è spesso usato come bagno, tanto in certi momenti il tanfo di urina si riconosce distinamente. Una condizione subita prima di tutto dai residenti della zona a cui più spesso può capitare il usare il sottopasso.

Pubblichiamo di seguito le foto che abbiamo realizzato nella mattina di lunedì 19 agosto, in modo che ogni lettore possa direttamnte farsi un’idea della questione (foto Saverio Zeni per OK!Mugello):

 

Pubblicità
Condividi
Direttore responsabile della testata giornalistica OK!Mugello.

14 Commenti

  1. CComplimenti al Comune…. che mostrano come sempre una sensibilità eccezionale per l’ambiente che li circonda……
    Ma chi è addetto a queste cose? Dovrebbero agire da soli o solo dopo le segnalazioni?

    • caro FLZD credo che la colpa di tale degrado non sia del comune ma di chi, incivilmente, piscia e imbratta i muri a questa maniera.. Non credo sia stato i’Bettarini o chi per lui..

  2. Faccio notare, inoltre, alla direzione di Ok Mugello, di segnalare un altro problema: la mancanza di totale attività nel nostro paese!!! Prendiamo come esempio Scarperia o anche Vicchio insomma vi sono un sacco di attività per tutta l’estate Etnica, Giornata rinascimentale, infiorata, diotto, scarperia a tavola, mercatini dell’usato in piazza ogni mese etc. qua a borgo il ‘900 in fiera è stato tolto di mezzo per “mancanza di denaro” (solita scusa), viene fatta la fsta di S. Lorenzo che ogni anno è sempre più un orrore… i giovedì nel borgo iniziano alle 21 e alle 22.30 i negozi sono già chiusi.. per natale sempre meno iniziative. Insomma non si riesce ad attirare nessuno ne dagli altri paesi ne da Firenze ne tantomeno da chi vive qui!!!

    • Egregio signor Lorenzo,
      Mi unisco anche io alla sua segnalazione e mi permetto anche di porre qualche domanda. La prima è la più ovvia: Perchè il Comune di Borgo San Lorenzo non promuove nessun tipo di attività? Mi si potrebbe rispondere che mancano i soldi per via della crisi, ma allora mi domando come sia possibile che gli altri Comuni (Vicchio, San Piero e compagnia bella)riescano a trovare le risorse necessarie per l’organizzazione di tali eventi. La seconda: come mai il Comune non fa niente per il turismo? Borgo San Lorenzo ha una stupenda serie di palazzi di stile liberty che non ha eguali in tutto il Mugello e, anzi, da questo punto di vista se la può giocare anche con Firenze. Inoltre ci sono due chiese ed un oratorio piene di opere d’arte ma anche qua le istituzioni latitano. Ma che cosa ci sta a fare l’assessore alla cultura se di cultura non fa nulla? Terza ed ultima domanda: Il centro giovani che è assolutamente e criminosamente sottoutilizzato. Si potrebbe usare per qualche presentazione di libri o per qualche conferenza, una sala è addirittura allestita come sala concerti. Perchè non viene utilizzata? Perchè non si creano occasioni di svago sano e pulito per i giovani che invece la sera arrancano nelle piazze costretti ad ubriacarsi perchè quello è l’unico divertimento che hanno?

      • Gentile signor David la ringrazio di appoggiarmi! Spero presto che il comune (a questo punto la nuova amministrazione) possa fare qualcosa in merito!

  3. concordo con te Borghigiano!!! spero che la gente del posto possa avere, entro breve, un sotto passaggio pulito e decoroso non questa roba da terzo mondo. Spero che i borghigiani quest’anno non votino più il partito ma la persona. non ne usciremo vivi senno dall’incuria che assale il nostro povero paese

  4. Si, teoricamente andrebbero sequestrati… Gli alberini di viale pecori giraldi sono una delle spese più inutili che il comune ha fatto. idem con patate il monitor affiso in piazza dante buono solo per sapere il santo del giorno dato che scadenze come ImU O tARES le sanno anche i muri da quante se ne sente parlare. stessa scusa da anni: pagato con i soldi della regione… non si potevano usare per altri scopi?? inoltre tutte le aiuole che fino a qualche tempo fa c’erano in centro dove sono finite? tutte al cantiere vicino alla coop. abbiamo un centro storico ormai moribondo. il sabato pomeriggio è sempre vuoto. fa impressione vedere i commercianti allo sporto a fumare perché non sanno che fare!! il comune anche qui non aiuta. non hanno soldi!!! anche io non avrò i soldi per pagare la prossima IMU Tares o service tax. tanto in un modo o nell’altro il cittadino si deve sottomettere all’autorità comunale. c’è un malcontento della gente che oltre ad essere a livello nazionale vi è anche a livello locale. in comune serve qualcosa di nuovo. basta PD. confido nella lista civica di Franco Frandi, se la farà…

  5. la volete la verità, cari lorenzo e borghigiano valeva più un messo comunale nell’800 che tutta la giunta attuale messa insieme.

  6. i semafori in piazza davanti ai carabinieri sono un orrore.. sempre lampeggianti. idem quel cantiere che da un pessimo biglietto da visita al nostro paese. concordo in pieno con te borghigiano!

    Concordo con Gilberto

    • Se non ricordo male, gli alberini non sono lì solo per bellezza ma crescendo avrebbero dovuto avere la funzione di “schermatura acustica”; per cui se secchi vanno ripiantati e curati di più in modo che possano crescere e non seccarsi (…”e io pago”).

      Quanto ai semafori: funzionano soltanto se qualche pedone preme uno dei pulsanti per attraversare… per il resto se devono stare una giornata fissi a lampeggiare consumando inutilmente corrente e lampade, potrebbero essere tranquillamente tenuti spenti, tanto il CdS vale lo stesso indipendentemente che ci siano. (ricordatevi di usarle le frecce agli incroci!)

      Infine per il deposito materiali edili trovo molto discutibile la cosa.
      Forse vi piacciono il cantiere incompiuto dall’altra parte della strada, il benzinaio ed il concessionario all’ingresso del paese?
      L’importante è che sia tenuto per bene ed in ordine, se poi sono mattoni e non fiori, pazienza, io non lo trovo indecoroso; mi danno mooooolto più fastidio i rifiuti abbandonati a giro o vicino ai cassonetti.

      • Caro Paolo,
        posso capire che anche il distributore Tamoil, le case in costruzione e il concessionario non siano bellissimi da avere all’inizio di un paese ma quelli ci sono e non si possono rimuovere! invece quel cantiere andrebbe in qualche modo coperto! Per quanto riguarda tutta l’incuria, i rifiuti ovunque il comune dovrebbe, a mio parere aumentare la pulizia in centro e in periferia (gli abitanti della periferia e delle frazioni non sono di serie B o C..) e sensibilizzare i cittadini! non vorrei ricorrere a delle contravvenzioni anche abbastanza alte per chi butta la ‘cicca’ per terra (segno di gran maleducazione)!!.

  7. Franco Frandi l’ex professore… Si il pannello è stato comprato dalla regione e mantenuto dal comune. sempre soldi nostri comunque…

    • Si ma mi pare una persona in gamba! Franco Frandi il responsabile dei commercianti credo che abbia altro a cui pensare. Il centro storico di borgo è quasi morto. Ultimamente stanno chiudendo in diversi. La Benetton ha chiuso, lo storico Cantini sta chiudendo, voci dicono che a fine anno sono previste 5 o 6 chiusure. senza il centro a Borgo esisterà solo la Coop…

Comments are closed.