Ferdinando Bani davanti al suo girarrosto
Pubblicità

Era il dicembre del 1983 quando Ferdinando Bani, rilevò la vecchia rosticceria in piazza del Poggio (davanti al grande albero), denominandola il “Fiorino”. Fino a quell’epoca era stata condotta da Idilio Marretti (il leggendario “marmarica”): per tanti anni la piazzetta del Poggio era stata il suo punto preferito per la vendita di salumi e formaggi, per poi aprire la rosticceria.

Dunque proprio in questo mese dell’anno 2018 sono ben 35 anni che la famiglia Bani, conduce questo punto di ristorazione nel vecchio Borgo, molto conosciuto ed altrettanto apprezzato specialmente dai palati molti fini, poiché gli arrosti girati a legno e i succolenti primi piatti, sono stati il fiore all’occhiello di questo piccolo ma attivo negozio.

La rosticceria il “Fiorino” in piazza del Poggio

Scomparso nel 2002 Ferdinando, la figlia Sandra il marito Stefano e la mamma Marina, con serietà ed onestà, hanno sempre valorizzato il loro lavoro, espletato con tanta volontà ed altrettanta passione, fino a tagliare il traguardo del 35° anniversario.

Ultimamente alcune botteghe borghigiane hanno tagliato il traguardo con molti anni sulle spalle, ma in quest’era moderna condurre questa rosticceria per 35 anni non è cosa di poco conto, anzi siamo certi che il “Fiorino” in piazza del Poggio continuerà la sua strada. Auguri cari amici e avanti così.

Pubblicità
Condividi
Redattore . Nato a Borgo San Lorenzo nel 1940; giornalista fin dal 1954; autore di circa diecimila articoli di arte, storia, cultura, folclore, costume, sport, vita sociale, civile, religiosa, politica. Appassionato di storia del Mugello, ha dato alle stampe dodici volumi su Borgo San Lorenzo in particolare e sul Mugello in generale. Detiene in archivio 90 mila immagini, dal 1860, di tutto il territorio.

5 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.