Mezzo milione per l’attuazione di due lotti funzionali. Ecco come cambieranno. Lo scorso 26 ottobre 2017 la Giunta comunale di Borgo San Lorenzo (presieduta dal sindaco Paolo Omoboni) ha approvato il progetto di riqualificazione e ampliamento del “ Centro Piscine Mugello ” promosso dalla società sportiva “ViviLoSport”, nella figura dell’amministratore Giovanni Incagli.

Il progetto, presentato nella sua interezza, richiede una spesa complessiva di 475mila euro, suddivisi per l’attuazione di due differenti lotti funzionali. Un primo, denominato “Realizzazione nuova palestra e ricollocazione locali ristorazione” prevede la realizzazione, tramite una spesa di 350mila euro, di una palestra e la ricollocazione dei locali di ristorazione in altra sede.

Il secondo, denominato “Risanamento strutture in c.a. e riorganizzazione locali amministrativi”, a fronte di una spesa di 125mila euro, prevede un intervento di risanamento volto a mettere a norma le strutture presenti in cemento armato e riorganizzare con funzionalità i locali amministrativi.

Osservando più nello specifico i due lotti, nonostante rappresentino due momenti differenti, fanno parte del medesimo progetto, volto ad aumentare la funzionalità e le attività dell’intero “Centro Piscine”. La nuova palestra, infatti, di circa 140 metri quadri andrà ad occupare quei locali che adesso sono occupati dalle attività di ristorazione per le quali invece è previsto di essere spostate in un nuovo corpo del complesso, edificato sul lato sud ovest. Questa dislocazione è stata ideata per migliorare l’accesso e la derivante affluenza di persone nei locali come bar e ristoranti, rendendoli di fatto autonomi dalle attività sportive.

Ma dove trovare la somma necessaria per finanziare il progetto? Ebbene, se per il secondo lotto sarà presumibilmente necessario attendere del tempo, quanto meno quello necessario a reperire la somma interessata, il primo lotto potrebbe partire in tempi abbastanza rapidi grazie all’utilizzo di un esubero di finanziamenti a disposizione dell’Unione Montana dei Comuni del Mugello relativi alla creazione della Variante di Valico e concessi da Autostrade per l’Italia.

La decisione di stanziare questi fondi per questo progetto è stata deliberata dalla Giunta dell’Unione Montana n.95 del 15 novembre 2016, tramite la quale venne stabilito che le economie di spese disponibili sui fondi Autostrade S.p.A. connessi alla “Variante di Valico – potenziamento autostrada A1 tratto appenninico BO/FI” fossero destinate in euro 350.000 per interventi sul Centro Piscine di Borgo San Lorenzo.

Più complessa risulta invece la ricerca dei fondi necessari alla realizzazione del secondo lotto, ossia 125.000 euro, i quali però verranno finanziati con fondi derivanti da enti terzi o da eventuali ribassi di gara e/o economie afferenti al primo lotto. Altra alternativa è quella di reperire tale cifra, o parte di questa, dai fondi propri dell’Amministrazione Comunale da reperire all’interno del bilancio di previsione triennio 2017/2018/2019.

La votazione avvenuta in seduta è stata unanime, segno dell’interesse che l’amministrazione ripone nel progetto, finalizzato ad ampliare l’affluenza nel centro in questione alimentando l’importanza e l’economia territoriale. Il fatto, inoltre, che questa idea venga promossa dalla società “ViviLoSport” sottolinea la percezione diffusa relativa all’importanza di puntare a migliorare zone del Mugello adibite alle attività sportive, viste come possibilità di crescita dell’individuo e di mantenimento della salute e del benessere diffuso. Proprio questi sono i messaggi che la società “ViviLoSport” si impegna a diffondere attraverso i propri progetti sul territorio.

Condividi
Nato a Firenze nel 1991. Laureato in Scienze Politiche (Comunicazione, media e giornalismo) ed attualmente studente magistrale in "Comunicazione pubblica e politica" alla Scuola Cesare Alfieri. Musicista ed aspirante scrittore, non esco mai senza un plettro ed una penna.

2 Commenti

  1. Ok per le compensazioni spese sul miglioramento del bene pubblico, contemporaneamente suggerirei agli Amministratori di farsi portavoce dei cittadini che richiedono le barriere antirumore, a protezione delle abitazioni, miglior segnaletica stradale nelle aree da completare, o che hanno visto il valore delle proprie abitazioni svalutato dalla prossimità alla struttura di interesse nazionale

  2. Leggendo l’articolo che riguarda i nuovi progetti di ristrutturazione dell’area piscine, mi viene spontaneo chiedere a chi di dovere e a chi avrà la facoltà di decidere nel merito, se è stata presa in considerazione la possibilità di coprire la piscina esterna in maniera da poterla sfruttare tutto l’ anno e non solo d’estate e dar modo ai tanti nuotatori come me di avere un maggior numero di ore a disposizione per il nuoto libero dal momento che la piscina ora in uso è continuamente occupata da corsi per grandi, piccini e quant’altro….e di questo non posso che esserne felice. ….ma il nuoto libero è sempre poco considerato….grazie !!

Commenta l'articolo, scrivi qui!