Pubblicità

Ispirata al classico Don Chisciotte della Mancia di Miguel de Cervantes la nuovissima produzione di Arca Azzurra Teatro si avvale di due protagonisti eccezionali, Alessandro Benvenuti e Stefano Fresi per questa scrittura originale che prende ispirazione dallo spirito dell’opera scagliando una volta di più la simbologia di questo ‘mito’ contro la nostra contemporaneità.

L’eccezionale Alessandro Benvenuti che abbiamo applaudito in Mugello nelle ultime stagioni in “Chi è di scena” ed uno straordinario “Malato immaginario” (sempre con Arca Azzurra) sarà affiancato da Stefano Fresi l’attore-musicista che abbiamo apprezzato nel film “Riprendimi” “Viva L’Italia” Smetto quando voglio” “Ogni maledetto Natale”, in” Noi e la Giulia” di Edoardo Leo e in “La prima volta (di mia figlia)” di Riccardo Rossi, per il quale ha vinto il premio di miglior attore alla XX edizione di Roseto Opera Prima.

Li abbiamo inoltre visti insieme protagonisti degli ultimi due capitoli della serie di film tratti dalle opera di Marco Malvaldi “I delitti del BarLume” rispettivamente nei ruoli del Macellaio che si è unito alla banda di vecchietti (Benvenuti) e del cugino del Viviani (Fresi).

Potremo divertirci con loro stasera 9 novembre al Teatro Comunale Corsini di Barberino in questo loro nuovo grande spettacolo da non perdere assolutamente.

Pubblicità
Condividi
Attore e scrittore. Cura la rubrica di cultura e spettacoli per il settimanale Il Galletto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.