Pubblicità

Anche la Confraternita di Misericordia di Barberino di Mugello, dopo le altre consorelle mugellane, ha festeggiato il patrono San Sebastiano con due eventi molto partecipati.

Il primo ha avuto luogo sabato 10 febbraio 2018 con la celebrazione della Santa Messa nell’Oratorio dei SS. Sebastiano e Rocco della Confraternita, una struttura bellissima (il coro ligneo, splendido) e poco conosciuta (più antica della Pieve), dove c’è stata la distribuzione dei “panellini benedetti”.

Quindi il giorno successivo (domenica 11 febbraio 2018), durante la celebrazione della Santa Messa nella Pieve di San Silvestro, ha avuto luogo il rito della “vestizione”; con il quale sei barberinesi (quattro donne e due uomini) sono entrati a far parte del sodalizio della Confraternita. E’ stata un’occasione di intensa emozione per tutti i partecipanti, che erano veramente tanti.

Al termine si è svolta la benedizione di due mezzi: un’ambulanza che svolgerà i servizi per il 118 ed un nuovo automezzo attrezzato ricevuto in dono alla “Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze” tramite bando. Nel suo intervento il Governatore, signora Anna Maria Gianassi ha manifestato a tutti la propria soddisfazione per questo dono che arriva in un momento in cui, pur di fronte alla necessità di dotarsi di un mezzo attrezzato, le risorse non erano sufficienti perché l’Associazione è impegnata nei lavori di ristrutturazione di locali per una nuova sede, ma “Dio vede e provvede; e così è arrivata la Provvidenza”. La giornata è terminata con un brindisi al suono delle sirene dell’ambulanza.

Foto 1 (in alto): La Signora Anna Maria Gianassi Governatore della Misericordia di Barberino davanti alla sede sociale. 

Foto 2 (qui sopra): Un moderno automezzo attrezzato (Foto di repertorio)

Pubblicità
Condividi
Redattore . Nato a Borgo San Lorenzo nel 1940; giornalista fin dal 1954; autore di circa diecimila articoli di arte, storia, cultura, folclore, costume, sport, vita sociale, civile, religiosa, politica. Appassionato di storia del Mugello, ha dato alle stampe dodici volumi su Borgo San Lorenzo in particolare e sul Mugello in generale. Detiene in archivio 90 mila immagini, dal 1860, di tutto il territorio.

Commenta l'articolo, scrivi qui!